EVENTI E NEWS

“Il senso dei luoghi”: intervista ad Aldo Flore & Rosanna Venezia

Trulli, masserie, chiese, palazzi, giardini, ognuno con la sua storia. Essi parlano di uomini, di popoli, di tradizioni. Conversiamo con Aldo Flore & Rosanna Venezia, tra architettura, appartenenza e restauro.

Domande a cura di Fabrizio Aimar

1. “Il senso dei luoghi”. Sul sito web (http://www.arkitetti.it/studio/) si legge che i vostri compiti sono quelli di raccontare e tramandare, col fine di creare un legame d’amore tra l’uomo e il suo spazio. Qual è la strategia da voi utilizzata per integrare correttamente il contemporaneo alla preesistenza storica?

“I nostri progetti partono da molto lontano: un approfondito studio dell’architettura e un’intima conoscenza dei territori fanno in modo che le scelte siano consapevoli. Si aggiungano a questi una attentissima selezione degli artigiani, che portano a reinterpretare la storia, i profumi e i materiali in chiave contemporanea.”

2. Circa la corretta applicazione dei materiali, come si fondono i valori dell’artigianalità, dell’unicità e della tipicità nel vostro operare?

“Lavoriamo quasi sempre con gli stessi materiali tipici della tradizione e rispettosi dell’ambiente. Non vengono usati in alcun caso prodotti sintetici o di origine chimica; i leganti e gli intonaci sono sempre a base di calce, le vernici degli arredi tutte a base di acqua, la calce viene utilizzata anche per i pavimenti continui senza l’impiego di resine. Appare chiaro come solo con l’aiuto di maestranze qualificate si possa raggiungere un risultato eccellente.”

3. I Trulli di Alberobello sono Patrimonio mondiale dell’umanitàdall’UNESCO dal 1996. Negli ultimi 20 anni, a vostro avviso, com’è mutata la sensibilità della società verso questo tipo di costruzione? 

“Quando abbiamo iniziato 20 anni fa, possedere un trullo o una casa antica era spesso legato ad una moda, in alcuni casi senza che vi fosse coscienza e conoscenza del territorio. La Puglia, per molti, era assimilabile ad un generico Sud. Oggi, grazie al lavoro di molti, e anche alla luce di riconoscimenti internazionali, la sensibilità è molto accresciuta e una nuova consapevolezza ha preso vigore. Andiamo avanti così.”

Guarda gli altri progetti

2017-09-23T08:36:51+00:00