EVENTI E NEWS

L’unicità

Il valore dell’unicità secondo l’arch. Andrea Capellino – Founder

by Fabrizio Aimar

Unicità

[u-ni-ci-tà]

Unicità è, secondo il vocabolario della lingua italiana Treccani, “La condizione e la caratteristica di essere unico; il fatto che non esistono, per un elemento, altri uguali o simili”.

Unicità, in relazione al dizionario della lingua italiana “lo Zingarelli”, edito dalla Zanichelli, significa “che non è preceduto, accompagnato o seguito da nessun altro elemento uguale, che è il solo esistente del suo tipo o specie”.

La definizione di unicità, espressa con chiarezza dai 2 autorevoli dizionari, può essere ulteriormente analizzata attraverso i propri sinonimi, in grado di qualificare e rafforzare l’enunciazione. Essi ci forniscono ulteriori spunti per una riflessione critica. Troviamo quali analoghi, quindi, interessanti termini come “originalità”, “specificità”, “particolarità”, “singolarità”, “peculiarità”. Forniscono l’idea di un prodotto pensato ad hoc, ragionato e modellato secondo le esigenze del committente, in un rapporto fatto di dialogo e di ascolto costante tra progettista e maestranze per il raggiungimento dell’obiettivo finale.

Molto si può apprendere pensando, invece, a cosa non corrisponde il termine “unicità”, sgombrando il campo grazie all’aiuto degli antonimi. Essi ne riferiscono, quali contrari, i vocaboli “molteplicità”, “pluralità”, “ordinarietà”, “normalità”, tutti in antitesi rispetto alla filosofia enunciata da “Italia Bellissima”. Sono termini utili a descrivere la standardizzazione e l’omologazione dei prodotti figli delle politiche democratiche del design a basso costo, ma, come asseriva Andrea Capellino, sono piuttosto “limitate e limitanti” per opportunità.

Dunque, come poter definire l’unicità all’interno del lavoro condotto da “Italia Bellissima”? Ne parliamo con l’arch. Andrea Capellino, founder, che ci spiega la propria interpretazione di tale valore, raccordato a quelli della tipicità e dell’artigianalità:

“Mi chiedi cos’è l’unicità e cosa io intenda riferendomi a questo che io ritengo un valore. Sai, per me questa parola racchiude molti aspetti, che non si soffermano solamente agli ambiti del design e dell’artigianato. Quando faccio riferimento a questi settori, mi vengono in mente dolci echi che rimandano all’identità italiana, all’unicità intesa come prodotto unico e differente da ogni altro. “Italia bellissima” basa la propria mission nel valorizzare l’unicità del cliente e del fruitore finale. Quando il cliente si rivolge a noi esprime un esigenza. In quella richiesta c’è tutto, è un insieme fatto di felicità, ricordi, bisogni, paure, e il nostro obiettivo è soddisfare tutto questo. Quella persona è unica e si rivolge a noi per soddisfare il proprio bisogno di unicità. La particolarità del prodotto diventa conseguenza della peculiarità della persona, quasi una piacevole esigenza che vuole essere soddisfatta in un percorso comune, fatto di ascolto e condivisione.“

“Italia Bellissima”, la poesia dell’abitare.

2017-09-23T08:45:23+00:00